print preview Ritornare alla pagina precedente Pagina initiale

Il Laboratorio Spiez rafforza la cooperazione con l'Agenzia internazionale dell'energia atomica (AIEA)

Nel gennaio del 2021, il Laboratorio Spiez è stato nuovamente designato collaborating center (CC) dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA). La continuazione di questa collaborazione è il risultato di una prima fase di cooperazione molto proficua, durata dal 2017 al 2020.

01.03.2021 | Laboratorio Spiez

La collaborazione con il Laboratorio Spiez prevede in particolare misurazioni in loco, il prelievo di campioni e la messa a punto di metodi analitici per esaminare i radionuclidi presenti nei campioni ambientali. Un’altra priorità è il Capacity Building della rete «ALMERA» (ALMERA = Analytical Laboratories for the Measurement of Environmental Radioactivity), una rete di laboratori fondata dall’AIEA. La continuazione dei lavori è incentrata sullo sviluppo di metodi analitici per analizzare le sostanze radioattive presenti nei campioni ambientali e materiali. Il Laboratorio Spiez fornisce supporto per esempio nelle analisi di campioni di acque costiere nella prefettura di Fukushima (Giappone) a scopo di monitoraggio e nello smantellamento delle centrali nucleari. In questo settore, nei prossimi anni si dovranno colmare le lacune metrologiche riscontrate, in modo da poter classificare il materiale smantellato.

I collaborating centers sono istituzioni scientifiche, come laboratori, università e istituti di ricerca, che collaborano con l’AIEA in particolare nei settori della protezione dell’ambiente, della sicurezza alimentare, della gestione delle risorse e della sanità pubblica. Attualmente, l’AIEA può contare su circa 46 istituti (centri di collaborazione) in tutto il mondo. Con il Politecnico federale di Losanna (PFL), la Svizzera annovera un secondo centro di collaborazione dell’AIEA nell’ambito della ricerca sulla sicurezza nucleare.