print preview Ritornare alla pagina precedente Pagina initiale

Il Laboratorio Spiez funge da deposito di campioni per la rete BioHub dell’OMS

La pandemia di coronavirus ha evidenziato l’importanza di scambiare in modo rapido e completo gli agenti patogeni emergenti. Questo scambio è fondamentale per un’efficace caratterizzazione e sorveglianza degli agenti patogeni e per l’adozione tempestiva di contromisure mediche, in particolare per lo sviluppo di diagnosi, trattamenti e vaccini.

24.05.2021 | Laboratorio Spiez

Attualmente questo scambio avviene perlopiù in modo puntuale e sulla base di accordi bilaterali tra i singoli laboratori. Si tratta di un processo lento, che trascura alcuni Paesi e che potrebbe non bastare per coprire il fabbisogno globale in caso di epidemie gravi.

Insieme all’appello di aprire una nuova era di cooperazione internazionale, un anno fa l’OMS ha sottolineato che per fronteggiare l’attuale pandemia non sarebbe stato possibile ritornare allo status quo. Il nuovo sistema globale per lo scambio di agenti patogeni non potrà basarsi su accordi bilaterali e la sua negoziazione non potrà durare anni. Idealmente i nuovi agenti patogeni che rappresentano un rischio per la salute pubblica dovranno essere scambiati rapidamente su base partenariale tra diversi laboratori attraverso un sistema globale, affidabile e trasparente. Questo sistema permetterà di accelerare l’adozione di contromisure e promuovere lo sviluppo di diagnosi, trattamenti e vaccini. Questi servizi potranno essere messi a disposizione di tutti i Paesi secondo le esigenze della salute pubblica e i principi della parità di accesso.

La Svizzera sostiene l’iniziativa dell’OMS che promuove un sistema internazionale per lo scambio volontario di nuovi agenti patogeni. Il 24 maggio 2021 il consigliere federale Alain Berset ha firmato insieme al Direttore generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, un accordo di cooperazione nel quadro dell’iniziativa BioHub dell’OMS. Con questo accordo, la Svizzera mette il Laboratorio Spiez a disposizione dell'OMS come deposito di campioni per i virus SARS-CoV-2 o altri agenti patogeni con potenziale epidemico o pandemico.

Perché è stato scelto il Laboratorio Spiez?

La nostra infrastruttura consente di manipolare in modo sicuro e in qualsiasi momento agenti altamente patogeni per l'uomo dei gruppi di rischio 3 e 4. Siamo in grado di eseguire la diagnosi primaria di agenti patogeni altamente contagiosi e difficili da trattare e la diagnosi differenziale completa. Possiamo soddisfare esigenze in ambito diagnostico, per esempio attraverso lo sviluppo di nuovi metodi di test per agenti patogeni noti o sconosciuti e l’analisi di campioni sospetti sconosciuti (per es. mediante sequenziamento), sfruttando le competenze interdisciplinari del Laboratorio.